Afterfindus

La carica dei 101. Oh yes.

Mettiamo subito in chiaro una cosa. Questo è un articolo sulla carica dei centouno, non c’è ombra di dubbio.
Ma forse non quei centouno a cui pensate voi.
Niente nidiate di cani a pallini, niente megere impellicciate.

I centouno che interessano a me sono di tutt’altro genere.
Non scodinzolano, non consegnano giornali e ciabatte con la bocca, non seppelliscono le proprie cacche, e non si sciolgono in pozze di bava quando qualcuno li accarezza sulla testa.
Perlomeno, me lo auguro.

Perché i centouno che oggi voglio celebrare sono i meravigliosi seguaci di questo sito.
Che erano cento fino all’altro giorno, e poi zac, all’improvviso, sono diventati centouno.
(A meno che, naturalmente, qualcuno di voi non sia schizofrenico, o comunque dotato di altro tipo di personalità multipla, nel qual caso la quota sarebbe già stata raggiunta da tempo. Io però questo non lo so, mi limito ai dati di WordPress.)

 
E la “carica” non è perepere pereppè, perepere pereppè, perepè perepè peppereppeppè (anche se renderebbe meglio con una trombetta sfiatata).
Nossignori: la carica è quella che mi date voialtri 101 quando penso che siete sempre lì, pronti a sorbirvi qualunque manifestazione di incontinenza comunicativa il mio mesencefalo ometta di filtrare. Per non parlare di quando (massimo tra i piaceri, apice delle soddisfazioni, carica delle cariche) vi prendete addirittura la briga di lasciare i vostri graditissimi commenti.

101 AF

Voi, centouno carissimi ex-navigatori occasionali che avete cliccato l’apposito pulsantino e da navigatori per l’appunto occasionali vi siete magicamente transustanziati in seguaci ufficiali di questo infimo sito [è una frase mortalmente lunga, lo so, ma adoro mettervi alla prova], rendete l’intera redazione di Afterfindus (io, il sottoscritto, me, ma anche il fondatore, il titolare, il proprietario del computer, quello che dice sempre “ma che cazzata”, e i folletti che abitano sotto le assi del pavimento) incommensurabilmente orgogliosa, deliziata, e -diciamolo pure- spudoratamente estatica.

Grazie, grazie davvero per il vostro supporto. Ritenetevi abbracciati e baciati su tutte le guance che avete a disposizione.

 
E credo proprio che meritiate un regalo.

No, non la solita cravatta né un pendaglino di Pandora né una scatola di dolcetti regionali né un weekend di idromassaggi in scatola. Farei fatica a indovinare gli intrecci giusti, e poi non vorrei certo viziarvi.
Pensavo invece a una cosetta che mi ronza in testa già da un po’ di tempo.
Una cosa di cui non può fregare assolutamente niente a nessuno in questo mondo e in tutti gli altri mondi possibili (del passato, del presente e del futuro), TRANNE forse appunto a voialtri centouno fedelissimi: la tanto a lungo agognata mappa di questo sito.

(Per le manifestazioni di giubilo organizzatevi direttamente tra voi, per cortesia, o fate riferimento all’apposito sportello del Ministero degli Interni).

 
Perché proprio una mappa? potrebbe pensare un eventuale centoduesimo passante. Perché non un bonifico?
Ma perché magari vi siete imbattuti in Afterfindus solo di recente, cari followers, catturati dall’ardito parallelo tra il funzionamento dell’Unione Europea e l’etichetta delle mie mutande.
O forse dalla teoria sui fallimenti degli Stati Sovrani (Grecia, Stati Uniti e chi più ne ha più ne emetta), e sul miserabile funzionamento della nostra memoria collettiva.
O magari dall’elegante dimostrazione di come e quando l’Italia cesserà di essere un paese italiano.
Oppure (chissà) dalla mia appassionata arringa in favore del bidet.
O eventualmente dalla blasfema connessione tra le stragi nazifasciste e il giorno della marmotta (quello di Punxsutawney Phil e di “I got you babe”).

 
E se è cosi, cari centouno, magari non sapete che su Afterfindus ci siamo anche occupati di cose completamente diverse, come:

Annunci

Discussione

9 pensieri su “La carica dei 101. Oh yes.

  1. È un piacere 😉

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da Nuzk | 29 giugno 2015, 6:28 pm
  2. Modesto come solo i Grandi sanno essere, hai dimenticato qualche zero.
    Hai ragione, gli zeri non contano niente, ma dipende da dove sono conficcati, chiedi a Padoa-Schioppa.
    I tuoi ammiratiri e seguaci sono almeno 101 milioni.
    Non negare, te li sei guadagnati tutti, astutissimo “nimalon da foss”
    Non mollare

    Orsù, da parte di viman

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da viman | 29 giugno 2015, 8:00 pm
    • Eh, magari, caro mio. Non sono mica tipo da modestie manzoniane, io. Mi va già di lusso che “101” sia da intendere come normale cifra in base 10, e non binaria.

      Il giorno in cui Afterfindus diventerà mainstream è ancora un filino dietro l’angolo. A meno che, naturalmente, alla Walt Disney non venga in mente di fare un film anche su di noi… 🙂

      Mi piace

      Pubblicato da niarb | 30 giugno 2015, 12:27 am
  3. Mi sembra ieri che andavamo a scuola insieme con le nostre cartellette, e tu scrivevi già quei bei temi umoristici che piacevano tanto alla sgangherata prof. di italiano, mentre io stappavo lo sciampagn se prendevo sei e mezzo. Che privilegio (no, non esagero) poterti ancora leggere, dopo un bel po’ più di 30 anni (che sia chiaro a tutti, anche se racconti magari che hai venticinque anni: io e te galoppiamo veloci verso la cinquantina).Insomma: COMPLIMENTI per la tua grandissima capacità di raccontare cose complesse e talvolta tragiche, ma sempre con una forte dose di umorismo. Perché è di questo che abbiamo tutti disperato bisogno: di sorridere, sempre.
    Grazie di esistere.
    E dopo ‘sta marchetta, se non mi restituisci il CD di Fish “Sunset of Empire” non so più cosa fare. Se non tenere ancora in ostaggio il tuo Peter Kolosimo.
    Scherzo: Fish ormai è tuo per uso capione, mentre Kolosimo, dopo 34 anni, si è dissolto in bosoni.

    Mi piace

    Pubblicato da Haldeyde | 1 luglio 2015, 11:21 pm
    • Ecco che tipo di persona sono diventato.

      Il tipo di persona che riceve un commento come questo e si permette di non rispondere per un mese.

      E poco conta che mi abbiano dimesso soltanto ieri dopo un difficile intervento di riduzione dell’ego (degenza molto lunga, isolamento assoluto, cibo ributtante, infermiere inguardabili).

      Hal, le tue lodi sono paragonabili ai complimenti che Giotto ogni tanto faceva a Cimabue (anche se nel loro caso i due si cimentavano nella stessa arte, e nonostante il fatto che recenti scoperte abbiano dimostrato che Giotto fosse motivato soprattutto dal desiderio che anche Cimabue, una volta ogni tanto, si offrisse di pagare il conto in pizzeria).

      Vorrei solo che la smettessi di aumentarti gli anni, tanto te l’ho già detto: quella di 3^B che ti piace ha detto anche ieri al corso di flauto che non ci esce con quelli che devono ancora dare la maturità.
      Tutto quello che possiamo fare è implorare tuo fratello di prestarci il motorino, e sperare che i vigili non ci fermino per un controllo.

      Appena tornerò a casa dalla colonia ricontrollerò tra i miei giocattoli, ma sono abbastanza certo di averti già restituito il CD (ehi! Un CD! Pensa che c’è in giro gente che già vota e non lo ha mai nemmeno visto, un CD).
      Dicevo: o te lo ho già restituito ai tempi della guerra fredda, o l’ho venduto per comprarmi la maglietta “Baia dei Porci: io c’ero”.
      Comunque controllerò. Non butto via niente. Mai. Da metà anni ’60. (Chiedere per conferma a mamma, moglie, maggiordomi e curatori fallimentari).

      E, a proposito: Peter Kolosimo sono io. Tutti i giovedì.

      Bacioni!!!

      Mi piace

      Pubblicato da niarb | 9 agosto 2015, 12:56 pm
  4. dovrebbero essere migliaia tu sei troppo forte

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da Amedeo | 5 agosto 2015, 10:00 pm
  5. ti seguo da più di un anno

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da Amedeo | 5 agosto 2015, 10:00 pm
    • Amedeo, mi fai srotolare il ghigno da lobo a lobo nonché arrossire fino alla punta delle orecchie (il che mi rende un’eccellente candidato per un eventuale prossimo film della saga del Signore degli Anelli).
      Grazie davvero delle tue parole, e soprattutto della tua costanza nel passare da queste parti.
      Devo però comunicarti che continueremo a NON essere nell’ordine delle migliaia per ancora parecchio tempo. Fino a quando non sarò obbligato per decreto governativo a inframmezzare nei miei deliri notizie di calciomercato, tweet governativi e immagini pruriginose di amori di VIP.

      Il giorno che accadrà, caro Amedeo, potrai dire ai tuoi amici che sai per certo di uno che è stato rapito dagli alieni (o dalla CIA o dalla Commissione Trilaterale, vedi un po’ tu) e a cui è stato scucchiaiato via il cervello con un mestolo di legno e mezza bottiglia di Mastro Lindo.

      Insomma resteremo pochi, ma ottimi. 😉
      Grazie Amedeo, a presto!!

      Mi piace

      Pubblicato da niarb | 9 agosto 2015, 12:19 pm

Orsù, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

dappertutto!

Vieni a trovarci su , su   o passa direttamente a casa.

sponsor del sito

Simply the best for your ice-mails

Patent pending

comunicato importante

Su queste pagine compaiono a volte annunci pubblicitari. Gli annunci vengono scelti autonomamente dallo staff di Wordpress, e NON da Afterfindus.
 
La redazione di Afterfindus non ha alcuna possibilità di intervenire sul loro numero, la posizione, le dimensioni e il contenuto.
E, quello che è peggio, non ci tira su neanche un ghello.
Speriamo che non esagerino...
classifiche Sito Gold Sito d'argento 50000 punti ottenuti 10000 punti ottenuti In classifica siti web

Blog che seguo (scelti a rotazione da Wordpress)

afterfindus addosso: the sciop

23586754-109467046
Nosce Sauton

"Tu mi dai consigli?" potresti dire. "Li hai già dati a te stesso, ti sei corretto? Perciò ti dedichi a correggere gli altri?" No, non sono così impudente da volere assumermi, io malato, la cura del prossimo; ma come se mi trovassi nel medesimo ospedale, ti parlo della comune malattia e divido con te le medicine. Perciò ascoltami come se parlassi con me stesso.

un paio di uova fritte

il meglio e il peggio della nostra cultura

I libri degli altri

l'editing come stile di vita

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

PAROLE LORO

«L'attualità tra virgolette»

Donut open this blog

Stories, dreams and thoughts

warnoter

L‘ insostenibile leggerezza dell' essere ignoranti .

NOAR

Wildsoul

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Buseca ن!

Novelle dalla pianura che non deve essere nominata

alessiacamera

London-based Digital Strategist & Startup Consultant

alicenelpaesedellimpossibile

Quanto dura un'attimo??a volte l'eternità

Soffio di respiri

Viola, 23 anni, studentessa, incosciente, innocente. Bovarista deleteria. Racconto di me, chi sono, cosa penso, sbaglio e rattoppo!

La dama distratta

Diario del giorno dopo

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

A Step Ahead 1.7 Beta

Smile to pain!

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Eterogenesi dei fini

Prolegomeni alla scrittura

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

FIFM

Fatevi I Fatti Miei

alcuni aneddoti dal mio futuro

da grande voglio fare lo scrittore americano

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

SCRITTI di PAPAGENA

Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato George Orwell 1984

ilblogdibarbara

fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza

Tra realtà e fantasia

la realtà supera spesso la fantasia

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

micasulserio

"Amo molto parlare di niente. È l'unico argomento di cui so tutto."

erodaria

laboratorio di leggerezza

Taccuino all Idrogeno

Prove tecniche di narrativa e altre amenità

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

12mq

di cactus e altri esperimenti

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Spunti da asporto

(ho visto bulbi che piangevano rugiada bicolore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: