Archivio per

Pronti per la spiaggia?

Pubblicità!
Continua a leggere

Mettere la freccia (senza essere indiani)

Una delle tante buone abitudini che scomparve dall’oggi al domani fu l’uso degli indicatori di direzione delle automobili. Non fu una questione di maleducazione o irresponsabilità, ma l’avvisaglia di un malessere molto più profondo.
Continua a leggere

Mafia al Sud??

Per qualche strano motivo, pare che qualcuno fosse convinto che la Mafia fosse un fenomeno legato in qualche modo al Meridione d’Italia. Robe da matti.
Continua a leggere

Romantica BMW

I tedeschi un popolo freddo e arido? Beccatevi questa perla di romanticismo, maschietti italiani, e usatela per seppellire i soliti luoghi comuni!
Continua a leggere

Facite Ammuina

Un’antica espressione in dialetto napoletano che fotografa con soprendente precisione un’abitudine tanto, tanto italica. E tanto, tanto moderna.
Non importa quanto davvero abbiate da fare, purché diate l’impressione di essere indaffaratissimi, senza un briciolo di tempo per il resto. Quello che magari conta davvero.
Continua a leggere

Un mare di guai

Occhio ragazzi. Il mare è grande, ma non infinito. E trattarlo a pesci in faccia… voglio dire, trattarlo male non è una mossa astuta – non più di segare il ramo su cui si è seduti.
Continua a leggere

Incontri ravvicinati di un brutto tipo

Qualche utile suggerimento per imparare a sviluppare un sano odio preventivo nei confronti di altre razze. Prezioso in caso di contatto con speci provenienti da altri pianeti (marziani, seleniti, klingon, predators, E.T. e aliens, ma anche extracomunitari e tifosi della curva di fronte). Semplìficati la vita: non perder tempo a pensare, adotta anche tu una giustificazione pronta all’uso!
Continua a leggere

Figli di un Dio fifone

Le paure più folli, le ansie più soffocanti, le fobie più irrazionali: emergono dagli anfratti più remoti della nostra memoria di specie per complicarci la vita. E quelle paure che potrebbero aiutarci a cavarcela un po’ meglio, invece? Niente da fare, quelle proprio non riusciamo a ficcarcele nella zucca.
Continua a leggere

Stati nazionali e stati emotivi

Sembra che l’inizio del XXI secolo sia stato ammorbato da una cappa opprimente di pessimismo che gravava sulle nazioni, sulle comunità locali, giù giù fino ai singoli individui. Crisi economiche, malversazioni politiche, sommovimenti sociali, crisi energetica, disoccupazione, immigrazione fuori controllo, degrado, povertà in aumento: tutto confluiva tumultuosamente in un senso di sfiducia generale, e una incertezza generalizzata verso il futuro.
Ma era davvero così, dappertutto?
Continua a leggere

La (ri)scoperta dei libri

Parte il viaggio di Afterfindus. Con una scoperta straordinaria: per leggere un libro un buon punto di partenza è imparare a voltare le pagine…
Continua a leggere

dappertutto!

Vieni a trovarci su , su   o passa direttamente a casa.

sponsor del sito

comunicato importante

Su queste pagine compaiono a volte annunci pubblicitari. Gli annunci vengono scelti autonomamente dallo staff di Wordpress, e NON da Afterfindus.
 
La redazione di Afterfindus non ha alcuna possibilità di intervenire sul loro numero, la posizione, le dimensioni e il contenuto.
E, quello che è peggio, non ci tira su neanche un ghello.
Speriamo che non esagerino...
classifiche Sito Gold Sito d'argento 50000 punti ottenuti 10000 punti ottenuti In classifica siti web

Blog che seguo (scelti a rotazione da Wordpress)

afterfindus addosso: the sciop

23586754-109467046
I libri degli altri

l'editing come stile di vita

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Donut open this blog

Stories, dreams and thoughts

warnoter

L‘ insostenibile leggerezza dell' essere ignoranti .

NOAR

Wildsoul

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Buseca ن!

Novelle dalla pianura che non deve essere nominata

alessiacamera

London-based Digital Strategist & Startup Consultant

alicenelpaesedellimpossibile

Quanto dura un'attimo??a volte l'eternità

Soffio di respiri

Viola, 23 anni, studentessa, incosciente, innocente. Bovarista deleteria. Racconto di me, chi sono, cosa penso, sbaglio e rattoppo!

La dama distratta

Diario del giorno dopo

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

A Step Ahead 1.7 Beta

Smile to pain!

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Eterogenesi dei fini

Prolegomeni alla scrittura

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

FIFM

Fatevi I Fatti Miei

alcuni aneddoti dal mio futuro

da grande voglio fare lo scrittore americano

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

SCRITTI di PAPAGENA

Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato George Orwell 1984

ilblogdibarbara

fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza

Tra realtà e fantasia

la realtà supera spesso la fantasia

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

micasulserio

"Amo molto parlare di niente. È l'unico argomento di cui so tutto."

erodaria

laboratorio di leggerezza

Taccuino all Idrogeno

Prove tecniche di narrativa e altre amenità

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

12mq

di cactus e altri esperimenti

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Spunti da asporto

(ho visto donne che cucivano le bocche dei soldati)

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Tratto d'unione

Ma cosa c'è dentro un libro? Di solito ci sono delle parole che, se fossero messe tutte in fila su una riga sola, questa riga sarebbe lunga chilometri e per leggerla bisognerebbe camminare molto. (Bruno Munari)