Italia bella

Finalmente risolta la crisi di governo!

Roma (Caput Mundi), 30 marzo 2013. Al termine di un’ennesima giornata di concitazione, per il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sembra finalmente arrivato il tanto atteso giorno della risoluzione della crisi di governo.

Ad oltre un mese di distanza dall’imbarazzante verdetto elettorale che ha visto il Paese spaccarsi in tre tronconi perfettamente equivalenti quanto a consistenza numerica e a insofferenza verso gli altri due, la situazione che si era venuta a creare rifletteva quella condizione di stallo perpetuo che il politologo ed economista romano R. Zero prefigurò già molti anni fa nel famoso saggio “Il triangolo, no“.

Il capo dello Stato, quindi, dopo aver ricevuto per l’ultima volta le delegazioni delle tre compagini, ed aver constatato ancora una volta la perfetta simmetria del loro reciproca antipatia, ha cortesemente invitato le suddette delegazioni ad andare all’inferno ed ha attivato il tanto atteso “piano B”.

La soluzione individuata da Napolitano, l’unica peraltro possibile, è incentrata sulla nomina alla Presidenza del Consiglio di una personalità con le seguenti caratteristiche:

1. Essere gradita a tutte e tre le coalizioni (o perlomeno, non essere criticabile da nessuno dei leader usciti vincitori delle elezioni, pena la perdita immediata di consensi).
2. Poter contare su un supporto popolare pressoché unanime.
3. Poter contare sulla simpatia indiscriminata di tutti i mezzi di comunicazione, sia le televisioni che la carta stampata.
4. Avere un profilo personale irreprensibile, per evitare ulteriori inasprimenti delle dispute mignottocratiche così in auge negli ultimi vent’anni.
5. Essere esperto di calcio.
6. Avere un nome facile da pronunciare.
7. Avere una già comprovata esperienza di regimi corrotti e di crisi economiche all’ultimo stadio.

Questi stringentissimi ma indispensabili “sette punti”, ha correttamente concluso il capo dello Stato, mettono sul radar dell’eleggibilità uno e un solo uomo.
Naturalmente, parliamo del vescovo di Roma, nonché Papa di Santa Romana Chiesa Jorge Mario Bergoglio, in arte Francesco.

vatichiamociPapa Francesco ha risposto all’appello recandosi immediatamente al Quirinale nel suo caratteristico stile informale: non in auto blu ma in bicicletta, alzandosi oltretutto dal sellino solo nei tratti più ripidi del Colle, e recando un uovo di cioccolata in omaggio all’anziano statista.
Una volta al cospetto di Napolitano, fonti interne al Palazzo dicono che il Sommo Pontefice abbia risposto alla proposta presidenziale con la proverbiale umiltà, con un semplice “Poffarre!” seguito a breve dalla formula evangelica “Non sum dignum.”

Allo sguardo atterrito di Napolitano, che a quel punto aveva esaurito le idee, papa Francesco ha poi sorriso dicendo che scherzava, e ha suggellato l’accettazione dell’incarico scambiando un cinque con il Presidente.

 
Grande entusiasmo in tutto il Paese, sui mercati e nelle parrocchie. Lo spread è immediatamente precipitato a valori entomologici (visibili cioè solo dagli insetti), il che è particolarmente significativo anche in virtù del fatto che oggi le banche sono chiuse. Miracoli della Pasqua.

Avere un pontefice al timone del Paese permetterà all’Italia di presentarsi ai consessi internazionali con un’aura di autorevolezza e rispettabilità che non ci sognavamo più da oltre vent’anni. E, oltretutto, tecnicamente parlando non si tratterebbe nemmeno di una soluzione mai sperimentata.
Nei lunghi secoli infatti in cui lo Stato Pontificio ha condiviso i suoi confini con quelli dell’attuale Repubblica Italiana, siamo stati temuti e rispettati da tutti i regni e i potentati del mondo.

L’unica perplessità a questa soluzione è stata timidamente avanzata dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, memore del fatto che, ai bei tempi andati, lo Stato Pontificio agli imperi germanici ha sempre fatto uno spread così.
Ma anche i dubbi tedeschi si dissolveranno al sole della nuova Italia.

Già da martedì verranno avviate le procedure di trasferimento della restante liquidità italiana dalle fragili banche nazionali ai sicuri forzieri dello IOR, e avranno il via i lavori di potenziamento dei ripetitori di Radio Maria. Per quanto riguarda l’IMU, inutile affrettare le cose – meglio aspettare la prossima Quaresima.

 
E così, in attesa della cerimonia ufficiale in Parlamento e delle nomine dei nuovi cardi… dei nuovi ministri, rivolgiamo uno sguardo grato al Presidente Emerito nell’Alto dei Cieli (quod est inferius, est sicut quod est superius, e così in cielo come in terra) e non smettiamo di ringraziarLo per averci concesso l’usufrutto del Suo ispirato pastore.

Al termine delle celebrazioni della Santa Pasqua il neo-premier potrà infine convocare un veloce conclave per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, l’altra carica dello Stato di cui la Costituzione richiede l’avvicendamento.
Ai box si stanno già scaldando i favoritissimi Scola, Bagnasco e Bertone ma, data l’eccezionale novità rappresentata dal nuovo Presidente del Consiglio, siamo propensi a credere che il pimpantissimo Jorge ci farà la grazia di assumersi ad interim anche questo incarico.
Ed essendo vacanti anche gli scranni di Ministro degli Esteri e Capo della Polizia, chi lo sa, possiamo solo sperare in un Suo gesto di generosità.

E, naturalmente, sempre sia lodato.

Advertisements

Discussione

9 pensieri su “Finalmente risolta la crisi di governo!

  1. Prima!!!!!

    Mi piace, come mi piace il blog di afterfindus dove posso rovesciare improperi e lui, Niarb l’elegantone, sebbene con un sussulto di ribrezzo dal doversi incrociare con tanta rozzezza (la mia), mi lascia spazio e tempo liberi.

    Ma Francesco gioca già per un’altra squadra, lui è come Conte, non cambia squadra. E diffidente come sono, ancora non mi fido di un furbacchione come Franz molto wojtilizzato, anzi di più…

    Altri nomi NIARB????

    1) PAPERINO (è un incazzoso ma è buono e fedele e ha anche PAPERINIK pe i casi estremi)

    2) RENATO ZERO. Un uomo di cultura e saggezza profonda, e molto simpatico.

    3) EDOARDO BENNATO, architetto e uomo di grande cultura. Ne ha indovinate così tante nei suoi ellepì degli anni settanta che potrebbe andare benone. (quali ha indovinato? quella del picco del petrolio, quella del grillo parlante…vedi tu)


    Daniela

    Mi piace

    Pubblicato da dani2005dani | 30 marzo 2013, 8:05 pm
    • Niarb l’elegantone permette qualsiasi cosa, purché non gli si imponga di tirarsi fuori le dita dal naso. 😉
      Interessanti le tue ipotesi ma:

      1. Paperino è notoriamente di sinistra. La destra gli opporrebbe immediatamente Topolino. E poi, dài, è povero in canna e tremendamente sfigato! Gastone, semmai…

      2. Renato Zero è un mio idolo, ma metti che gli venga voglia di sposarsi. Trac, cadremmo nuovamente in una crisi di governo da paura.

      3. Non so come hai fatto a indovinare (leggerai mica nel pensiero, tu?) ma Edoardo Bennato è il mio personalissimo numero uno della musica italiana di tutti i tempi. E già tanti anni fa “gli impresari di partito gli hanno fatto un altro invito, gli hanno detto che finisce male”. E con delle premesse così…

      Mmmm, mi sa che se Francesco si stufa occorreranno altre idee…

      Io comunque continuo ad accumulare ipotesi nel Sondaggione. Giusto per essere pronto.

      Mi piace

      Pubblicato da Niarb | 30 marzo 2013, 10:11 pm
  2. @ Daniela: io Niarb lo conosco da circa 32 anni e ti posso assicurare che in fatto di eleganza non ha nulla da invidiare al nostro amico Shrek. Comunque volevo precisare che in piena crisi economica e sociale, con manifestazioni anti-giudici in piazza e sit-in in di solidarietà verso poliziotti torturatori ed assassini, un premier argentino mi metterebbe i brividi…Non so … remember Videla?

    Mi piace

    Pubblicato da Haldeyde | 30 marzo 2013, 11:10 pm
    • Scusa se mi intrometto, Fiona, ma l’argentinità del premier è proprio il mio settimo punto a favore.
      Uno che ha già visto cosa succede quando i bancomat si mangiano le tesserine e non le restituiscono ma ruttano, può farci comodo.
      Uno che ha già avuto che fare con dei fascisti decerebrati, è un asset mica da ridere.

      Senza contare che magari conosce Belen…

      Mi piace

      Pubblicato da Niarb | 30 marzo 2013, 11:24 pm
    • Haldeyde…MA IO ADORO SHREK…quella è classe eleganza e distinzione…
      Come pensi che accetterebbero una tipaccia grezzona e volgare come me in posti fighi dove tutte le signore hanno lo stesso taglio di capellli, sono alte uguali sui 170 cm ma poi con il tacco dodici diventano 182, truccatone, gioiellone, profumone (quel “mone” che consegue è da farci un pensierino), stessi jeans, stessa magliettina con l’ombelichino fuori, unghie super, sinanco nei piedi, borsetta trendy messa ì sul braccino esile…non dicono mai volgarità, tutte finette, mentre io DICO QUELLO CHE PENSO CON TANTO DI MOTIVAZIONI DURE E ACIDONZOLE??

      CONCORSO SUL PREMIER ARGENTINO……Brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
      🙂

      Mi piace

      Pubblicato da dani2005dani | 31 marzo 2013, 1:48 pm
  3. …invece del nome del possibile premier, papa Francesco o altri, ecco una lista di dieci saggi! Gulp! Me ne piacesse uno! Forse Onida. (Nel Sondaggione avevo votato Gustavo Zagrebelsky). Da notare che nella lista non c’è nemmeno una donna.

    Mi piace

    Pubblicato da elisabetta | 31 marzo 2013, 4:33 pm
    • Cara Elisabetta, come disse De Gaulle agli studenti francesi nel 1969, “La ricreazione è finita”.
      Tra i dieci saggi non ci sono donne, non ci sono giovani: ci sono solo professionisti dell’Ancièn Régime, con solidi lacci e lacciuoli che li legano alle banche e ad alcuni degli scandali più pirotecnici del recente ventennio.
      Adesso sì che possiamo tirare un sospiro di sollievo. Finalmente siamo su un terreno noto.

      Mi piace

      Pubblicato da Niarb | 1 aprile 2013, 11:14 am

Orsù, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

dappertutto!

Vieni a trovarci su , su   o passa direttamente a casa.

sponsor del sito

comunicato importante

Su queste pagine compaiono a volte annunci pubblicitari. Gli annunci vengono scelti autonomamente dallo staff di Wordpress, e NON da Afterfindus.
 
La redazione di Afterfindus non ha alcuna possibilità di intervenire sul loro numero, la posizione, le dimensioni e il contenuto.
E, quello che è peggio, non ci tira su neanche un ghello.
Speriamo che non esagerino...
classifiche Sito Gold Sito d'argento 50000 punti ottenuti 10000 punti ottenuti In classifica siti web

Blog che seguo (scelti a rotazione da Wordpress)

afterfindus addosso: the sciop

23586754-109467046
Donut open this blog

Stories, dreams and thoughts

warnoter

L‘ insostenibile leggerezza dell' essere ignoranti .

NOAR

BLOG

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Buseca ن!

Novelle dalla pianura che non deve essere nominata

alessiacamera

London-based Digital Strategist & Startup Consultant

alicenelpaesedellimpossibile

Quanto dura un'attimo??a volte l'eternità

Soffio di respiri

Viola, 23 anni, studentessa, incosciente, innocente. Bovarista deleteria. Racconto di me, chi sono, cosa penso, sbaglio e rattoppo!

La dama distratta

Diario del giorno dopo

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

A Step Ahead 1.7 Beta

Smile to pain!

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Eterogenesi dei fini

Prolegomeni alla scrittura

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

FIFM

Fatevi I Fatti Miei

alcuni aneddoti dal mio futuro

da grande voglio fare lo scrittore americano

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

SCRITTI di PAPAGENA

Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato George Orwell 1984

ilblogdibarbara

fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza

Tra realtà e fantasia

la realtà supera spesso la fantasia

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

micasulserio

"Amo molto parlare di niente. È l'unico argomento di cui so tutto."

Taccuino all Idrogeno

Prove tecniche di narrativa e altre amenità

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

12mq

di cactus e altri esperimenti

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Tratto d'unione

Ma cosa c'è dentro un libro? Di solito ci sono delle parole che, se fossero messe tutte in fila su una riga sola, questa riga sarebbe lunga chilometri e per leggerla bisognerebbe camminare molto. (Bruno Munari)

Be a naked soul

Riemersione consapevole.

Nuvole sparse tra le dita

siamo più della metà

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: