Italia bella, Mappamondo

Pacchi di miliardi

Cari amici del XXI secolo, non è mica facile stare dietro alle vostre vicende.
Per noi gente del post-glaciazione, il vostro mondo è proprio complicato.

Prendete i numeri, per esempio. A noi non servono tanti numeri.

Dodici mesi.
Undici pianeti.
Dieci aringhe in ogni scatoletta.
Nove mesi dall’orgasmo al pannolino
Otto Krumpf, tetesco di Cermania
Sette colori nell’arcobaleno.
Sei sei sei (M. Jackson – P. McCartney)
Cinque dita, di cui una opponibile (e una spesso nel naso)
Quatto quatto
Three-chechi
Due palle
Italia uno

(Gli ultimi due spesso presi insieme)

Noi non abbiamo familiarità con le centinaia, non ci servono le migliaia, mai viste le decine e le centinaia di migliaia, inconcepibili i milioni. Siamo gente semplice.

Voi, invece, viaggiate a miliardi. Miliardi di questo, miliardi di quello. Rischiate miliardi, spendete miliardi, bruciate miliardi. Miliardi a pioggia, a valanghe, a carriole.
Come bungabunga è possibile capirci qualcosa?

toomanybillions

Io ho bisogno di una mappa. Un metro. Un righello. Una scala di riferimento.
Ho bisogno di avere qualche elemento di confronto, perché altrimenti quando leggo che spendevate N miliardi per assicurarvi un centravanti, uno yacht, una villa con piscina o un assessorato, non riesco a capire se state parlando di un buon affare o di una follia.

E allora ho deciso di crearmi da solo il mio schema di riferimento.
In questa pagina (che oggi è solo un articolo, ma potrebbe diventare presto una pagina) ho deciso di accumulare tutti i dati che riuscirò a trovare, uno accanto all’altro. Senza commenti.

Non voglio dimostrare niente. Non voglio suggerire alcun nesso. Non voglio proporre alcun sillogismo (anche perché credo che faccia male, specie a stomaco vuoto). Voglio solo accumulare numeri.
Per capirci qualcosa.

Ogni tanto aggiornerò i grafici, aggiungerò qualcosa, e chissà, magari un giorno arriverò persino a capire quanti zeri ci sono in un trilione.

 
Ma ora vi prego: aiutatemi.
Rettificate le mie cifre, correggete le didascalie, e suggeritemi altri numeri. Ce ne saranno di ambigui, di discutibili, di faziosi, di non dimostrati, di eccitanti, e di vergognosi.

Va bene così. Tutti nel calderone. Tutti in fila, come nei confronti all’americana.
Un buridone? Forse. Ma più mi aiuterete, più avrà senso.

 
Perché dare i numeri mi viene già benissimo di mio.
Ma in compagnia è tutta un’altra cosa.


NOTA: i dati sono divisi in quattro grafici, con ordini di grandezza diversi: miliardi, decine di miliardi, centinaia di miliardi, e migliaia di miliardi.
Per cui occhio: da un grafico all’altro, la scala cambia.


grandi semplgrandi decgrandi centgrandi migl

NOTE:

(1) Costo dei danni derivanti dalla lentezza dei processi per cause commerciali (fonte: Sole 24 ore, 27/3/2013)
(2) Quando Lehman Brothers ha invocato il Chapter 11 (fallimento pilotato) presentava debiti bancari per 613 miliardi di dollari, debiti obbligazionari per 155 miliardi e attività per 639 miliardi. 1.094 è il totale dei tre numeri, in euro.
(3) Immissione di liquidità da parte della Federal Reserve sul mercato bancario a sostegno delle banche americane ed europee (es. Royal Bank of Scotland e UBS), a tassi vicino alla zero, nel biennio 2007-2009.
(4) Fonte: Reuters, 25/3/2013.
(5) 20 mld $ da parte di correntisti russi + 12 mld $ di banche russe (fonte: Il Giornale, 19/3/2013)
(6) Fonte: MacRumors, 18/10/2011.
(7) Microsoft 2012 Annual Report.
(8) In Italia, ogni anno.
(9) Tra cui studi sulle abitudini sessuali dei cormorani, metodi meccanici per la riproduzione dell’aglio, e avvistatori di neve.
(10) Cassa Integrazione in Deroga.
(11) Qualcuno dice 150, ma il dato ufficiale è 70.
(12) “Nel 2011 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.580.220 milioni di euro correnti, con un aumento dell’1,7% rispetto all’anno precedente. La variazione del Pil in volume è stata pari allo 0,4%.” (Fonte: ISTAT ). Secondo Corriere.it, la cifra sarebbe 2.074,6.
(13) “Il costo complessivo dei 90 F35 che saranno acquistati sarà di circa 12 miliardi.” (Fonte: ANSA.it, 21/7/2013, “Difesa: F35 costeranno 12 miliardi”).
(14) “Si dice che se ci ritiriamo dal programma per i caccia F35 non avremo penali. Ma abbiamo già speso 3,5 miliardi di euro per la portaerei Cavour che dovrebbe ospitare gli F35 a decollo verticale (Mario Mauro, ministro della Difesa, RaiNews24, 31/7/2013)
(15) Contributo del Fondo di Solidarietà UE per la ricostruzione dell’Abruzzo dopo il terremoto.
(16) “L’Italia dal 2012 ha erogato 43 miliardi di € per finanziare Spagna e Portogallo finanziati con tasse ai cittadini italiani.” (Fonte: noisuxeroi)
(17) “Nel corso del 2012 la Guardia di Finanza ha sequestrato oltre 3,8 miliardi di euro (proventi di droga, usura e contrabbando) alla criminalità organizzata e a soggetti imprenditoriali vicini alle mafie.” (Fonte: Corriere.it)
(18) “Il consumo di sostanze stupefacenti ha costi sociali, che vanno dall’acquisto delle sostanze ai costi socio-sanitari, stimati per il 2011 intorno a 28,5 miliardi di euro, pari all’1,8 per cento del PIL.” (Fonte: Relazione al Parlamento 2013 sull’uso di sostanze stupefacenti e tossicodipendenze, citata da dirittiglobali.it)
(19) “Il mondo consuma 25 miliardi di barili di petrolio “convenzionale” all’anno. Spesa mondiale: circa 1400 miliardi di dollari, ovvero 1000 miliardi di Euro.” (Fonte: performancetrading.it)
(20) Fonte: Google
(21) Fonte: Milan7.it, 19 aprile 2013)
(22) “Calcolatrice alla mano, tra stipendi, regalie, spese e cerimoniali, la monarchia costa agli inglesi più di 32 milioni di sterline l’anno: l’equivalente di quasi 40 milioni di euro.” (Fonte: lettera43.it)
(23) “Spending review, il supercommissario guadagnerà 950mila euro in quattro anni” (Fonte: Il Sole 24 Ore)
(24) “Il ministro [Giarda] per i Rapporti con il Parlamento: ”[100 miliardi] è la parte che è stata valutata come potenzialmente aggredibile nel breve periodo, ma se si guarda più lontano si può intervenire su almeno 300 miliardi”. (Fonte: ADN Kronos)
(25) Fonte: Yahoo Finanza Italia
(26) Fonte: Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano (tramite ICT4executives.it)
(27) “I pirati agroalimentari ogni anno portano via dall’Italia 60 miliardi di euro di valore di cibo contraffatto e spacciato nel mondo come Italian sounding. Il dato è fornito dal capo del Corpo forestale dello Stato, Cesare Patrone, sentito dalla comissione Agricoltura della Camera.” (Fonte: Agenzia Fuoritutto, 8/10/2013)
(28) Non ho idea se questi due dati siano in effetti uno solo.
(29) “Il salvataggio di Mps costerà agli italiani 105 euro a testa” (Fonte: Libero Quotidiano, 27/12/2016)
(30) Stima di Piero Ichino, economista ed ex senatore del PD, in “Montezemolo su Alitalia ha la memoria corta” (Fonte: AGI, 12/1/2017)
(31) “Quando il risparmio fa crac. Venti miliardi andati in fumo” (Fonte: Repubblica.it, 6/8/2010)
(32) Elezioni, l’abbuffata dei rimborsi: 91 milioni per i grandi del Parlamento (Fonte: Il Fatto Quotidiano, 16/2/2013)
(33) “I gap di informazione e controllo nei crac Cirio e Parmalat e le prospettive di riforma” (Fonte: DirittoBancario.it, aprile 2014)
(34) “Un G8 da 500 milioni” (Fonte: L’Espresso, 25/2/2010)
(35) “ENRON: l’economia della truffa” (Fonte: RAI Report, 8/4/2007)
(36) Stima “Confronto del gettito tra l’IMU 2012 e l’IMU-TASI 2014″(Fonte: Camera.it, 4/8/2014)
(37) Fonte: Wikipedia
(38) “Blocco degli annunci pubblicitari: stimate perdite per 21,8 miliardi di dollari” (Fonte: Macitynet.it, 10/8/2015)
(39) “Huawei spende il 14.5% del fatturato in ricerca e sviluppo, più di Apple” (Fonte: Gizchina.it, 2/12/2015)

Annunci

Discussione

26 pensieri su “Pacchi di miliardi

  1. l’evasione fiscale 2012 non è fortemente sottostimata? 😉

    Mi piace

    Pubblicato da bortocal | 22 marzo 2013, 11:32 pm
  2. Bortocal, hai ragione. A questo punto facciamo 180 evasione fiscale, da cui 340-180=160 nero. Lo divido in due righe, si legge meglio.

    Mi piace

    Pubblicato da Niarb | 23 marzo 2013, 12:34 am
  3. Bella questa idea, intravedo anche il tuo disegno a lungo termine. Però da ignorante non capisco: se il debito pubblico è stimato attorno al 128% del PIL, il PIL dell’Italia non dovrebbe essere più alto, più attorno ai 1580-1600 MLD?

    Mi piace

    Pubblicato da Haldeyde | 23 marzo 2013, 12:28 pm
    • Beh, se siamo arrivati al punto che uno come me si mette a dare risposte su argomenti del genere, altro che Cipro: è Armageddon a essere vicino.

      Ti rispondo come meglio posso, mio caro Haldeyde, sperando che in caso di boiate debordanti qualcuno venga in mio soccorso.

      Allora, di statistiche sul rapporto debito/PIL se ne trovano tante. Quella che ti consiglio è quella su Wikipedia: è la mia preferita, perché nella prima parte ci sono delle formule davvero spettacolari. Non che io le capisca, chiaro, è che mi piacciono sul profilo estetico.

      Se scorri a metà circa dell’articolo, dalla tabella “Il debito pubblico in Italia” si evince come il rapporto debito/PIL sia passato dal 106% del 2005 appunto al 127% del 2012 (manca il dato del PIL 2012, che credo sia intorno ai 1.500 miliardi).

      I dati che ho messo nel primo grafico rappresentano invece stime per il 2013. PIL più basso, debito più alto, e quindi rapporto tra i due ancora più miserevole. (Tra parentesi: quando mai a scuola ci facevano calcolare un rapporto tra due numeri interi come una percentuale? Boh.)

       
      Insomma, mio buon grafico carbonilico, sic stantibus rebus a fine anno andremmo a finire (in base ai miei avanzatissimi calcoli) a uno stupefacente 163%:

      Spero di cuore che qualcuno intervenga a correggermi…

       
      P.S. E ti prego, dammi lumi sul mio “disegno a lungo termine”… 🙂

      Mi piace

      Pubblicato da Niarb | 24 marzo 2013, 5:22 pm
      • no, il calo del Pil 2013 non è previsto così elevato, per fortuna – almeno allo stato attuale.

        sempre che tu non voglia portare gramo, perché potresti anche azzeccarci… 😦

        Mi piace

        Pubblicato da bortocal | 24 marzo 2013, 6:55 pm
        • Per carità! Non c’è bisogno che mi metta anch’io a menar gramo.
          La cifra di 1.240 mld€ mi pareva arrivasse da una fonte sensata. Ne cercherò una più affidabile e meno cassandrica.

          Per la cronaca, prima di imbarcarmi in questo articolo, non mi ero reso conto della difficoltà pazzesca di trovare dati di PIL (in valore assoluto, non in variazione percentuale), anche sui siti istituzionali – governo, Istat, FMI… Viva la trasparenza!

          Mi piace

          Pubblicato da Niarb | 25 marzo 2013, 10:02 am
          • hai perfettamente ragione.

            aggiungi che tutti noi riportiamo numeri dati da altri, senza avere nessuna conoscenza diretta di quei numeri stessi.

            Mi piace

            Pubblicato da bortocal | 25 marzo 2013, 9:21 pm
      • Ciao!
        Non mi torna il forecast sul PIL 2013. Sulla base di quello che scrivi subisce un calo del 20%!!
        Impossibile, le stime danno una decrescita dell’1,4%, quindi ad esagerare andremo al -2,5%.
        Per dare un’idea nel 29 il calo del PIl USA, a fronte di una perdita delle borse del 90%, fu “solo” del 10%. Che é tantissimo, nemmeno la Grecia.

        Speremo ben!!!

        Mi piace

        Pubblicato da Mr. Incredible | 26 marzo 2013, 10:07 pm
        • Mi sto rendendo conto che quella che credevo una banale operazione di cut&paste si sta trasformando in una micidiale caccia alle farfalle (col turbo). (Le farfalle, non io). 🙂
          Anche Bortocal mi ha fatto notare che il forecast 2013 è troppo basso. Che Manitù mi accechi se ricordo da dove l’ho preso. Buttatemi lì una cifra affidabile, por favor, e lo aggiornerò.

          Per la cronaca, sto collezionando un sacco di nuovi numeretti per insaporire ulteriormente i grafici. Prenderò ancora cantonate, ma garantisco che non c’è alcuno scopo manipolatorio dietro ai miei cappelloni.
          Solo semplice, pura, raffinata ignoranza. 🙂

          Mi piace

          Pubblicato da Niarb | 27 marzo 2013, 12:34 am
          • Ricorda la frase di Galbraith
            “L’unico obiettivo raggiunto dalle previsioni economiche è quello di rendere migliore l’astroligia”.
            Cerca pure ma non troverai mai i numeri che vuoi…….

            Ma se proprio vuoi, IMF world economic outlook. Esce ogni trimestre.

            Ma considera che hanno sbagliato l impatto delle manovre fiscali in Italia di 7 volte.

            Dillo te alla tu donna che questo mese hai sbagliato di 7 volte. Il tubo delle farfalle te lo trovi nel c……..
            hahahhhhhh

            Mi piace

            Pubblicato da Mr. Incredible | 27 marzo 2013, 1:02 am
          • Trasudi saggezza, caro Mr. Incredible. 🙂
            Mi abbonerò senz’altro al giornalino dell’IMF – basterà chiedere al postino che me lo nasconda tra le pagine delle altre riviste che mi arrivano regolarmente a casa, “Hot economy chicks” e “Tette & Equity”.

            In ogni caso, sulle statistiche penso che alla fine avesse ragione il vecchio Charles Bukowski:

            “Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media.”

            Mi piace

            Pubblicato da Niarb | 27 marzo 2013, 1:37 am
      • Ciao, il PIL 2013 é previsto in calo del 2%, quindi il debito/PIL non avrà quella dimensione. Fino a maggio é comunque cresciuto di oltre 80 miliardi di euro, ovvero quanto l’intero 2012. Puoi comunque trovare la previsione del debito al 2012.

        Un dato penso interessante, anche se dovrai cambiare scala, é il valore mondiale dei derivati nel 2012, par a 639 mila miliardi ,639 trilioni cioè. In pratica oltre nove volte il PIL mondiale. Se lo aggiungi lo devi convertire in € al tasso medio di cambio 2012 €/$. Ti allunga parecchio il grafico.

        Ultima nota. I 43 miliardi versati dall’Italia sono DAL 2012. Quindi includono anche i contributi 2013.

        Il trilione é 10 alla 12. Se continuiamo così dovrai inserire anche questo grafico!!!!!!!

        Mi piace

        Pubblicato da Mr. Incredible | 13 ottobre 2013, 2:49 pm
        • Mi sono infilato in un ginepraio… 🙂
          Aggiornerò i dati su debito e PIL appena deciderò a che fonte attenermi (i quotidiani fluttuano come listini di Borsa, e su altri siti istituzionali trovo un sacco di variazioni %, ma pochi valori assoluti).

          Il valore dei derivati mi ispira parecchio. Vedrai che trovo un sistema per graficarlo. Ho già una mezza idea.

          A quando introdurremo per la finanza il numero di Avogadro?

          Mi piace

          Pubblicato da Niarb | 13 ottobre 2013, 3:06 pm
  4. Bisognerebbe ricordarsi che il supernazista defunto l’altroieri,
    ha esalato in tutto poco più di seicento milioni di respiri, in tutta la sua vita.

    E palpitato poco più di tre miliardi di battiti cardiaci.
    Ma gli sono bastate poche ispirazioni dettate dal suo baffettato capo
    per generare milioni di miliardi di dolenti sospiri.

    Finalmente potrà visitare il luogo dove la sofferenza regna sovrana.E assaporarne tutte le sfumature.
    Marco Sclarandis

    Mi piace

    Pubblicato da sclarandis | 13 ottobre 2013, 10:50 am
  5. effettivamente c’e` da appaludire entusiasti, anche dopo che hai concesso il bis.

    contributo assolutamente geniale e fondamentale.

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da bortocal15 | 20 maggio 2017, 10:06 pm
  6. L’ha ribloggato su cor-pus 15e ha commentato:

    di questo post di niarb ho scritto:

    effettivamente c’e` da appaludire entusiasti, anche dopo che hai concesso il bis.

    contributo assolutamente geniale e fondamentale.

    e niarb mi ha risposto:

    Sono pazzo. Grazie per la comprensione.

    avevo gia` ripubblicato questo post nel 2013 nella seconda serie di questo blog, ma adesso e` stato aggiornato e integrato e vale ancora di piu` la pena di rileggerselo, di salvarselo da qualche parte e di continuare a citarlo ogni volta che si dovesse parlare della follia umana.

    Liked by 1 persona

    Pubblicato da bortocal15 | 21 maggio 2017, 9:23 am
    • …ed essendo la follia umana infinita, assai prolifica e straordinariamente creativa, temo che dovrò tornare spesso ad aggiornarlo, questo post. Un duomo di Milano della numerologia satanica…
      Grazie Bortocal!

      Mi piace

      Pubblicato da niarb | 22 maggio 2017, 6:48 pm

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Pacchi di miliardi… reloaded! | afterfindus - 13 ottobre 2013

Orsù, lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

dappertutto!

Vieni a trovarci su , su   o passa direttamente a casa.

sponsor del sito

comunicato importante

Su queste pagine compaiono a volte annunci pubblicitari. Gli annunci vengono scelti autonomamente dallo staff di Wordpress, e NON da Afterfindus.
 
La redazione di Afterfindus non ha alcuna possibilità di intervenire sul loro numero, la posizione, le dimensioni e il contenuto.
E, quello che è peggio, non ci tira su neanche un ghello.
Speriamo che non esagerino...
classifiche Sito Gold Sito d'argento 50000 punti ottenuti 10000 punti ottenuti In classifica siti web

Blog che seguo (scelti a rotazione da Wordpress)

afterfindus addosso: the sciop

23586754-109467046
I libri degli altri

l'editing come stile di vita

THE GOLDEN BIG VALLEY

IL NUDO INTEGRALE DELL'ANIMA

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

PAROLE LORO

"L'attualità tra virgolette"

Donut open this blog

Stories, dreams and thoughts

warnoter

L‘ insostenibile leggerezza dell' essere ignoranti .

NOAR

Wildsoul

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Buseca ن!

Novelle dalla pianura che non deve essere nominata

alessiacamera

London-based Digital Strategist & Startup Consultant

alicenelpaesedellimpossibile

Quanto dura un'attimo??a volte l'eternità

Soffio di respiri

Viola, 23 anni, studentessa, incosciente, innocente. Bovarista deleteria. Racconto di me, chi sono, cosa penso, sbaglio e rattoppo!

La dama distratta

Diario del giorno dopo

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

Pinocchio non c'è più

Per liberi pensatori e pensatori liberi

A Step Ahead 1.7 Beta

Smile to pain!

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Eterogenesi dei fini

Prolegomeni alla scrittura

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

FIFM

Fatevi I Fatti Miei

alcuni aneddoti dal mio futuro

da grande voglio fare lo scrittore americano

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

SCRITTI di PAPAGENA

Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato George Orwell 1984

ilblogdibarbara

fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza

Tra realtà e fantasia

la realtà supera spesso la fantasia

Shock Anafilattico

Gatti non foste a viver come bruti

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

micasulserio

"Amo molto parlare di niente. È l'unico argomento di cui so tutto."

erodaria

laboratorio di leggerezza

Taccuino all Idrogeno

Prove tecniche di narrativa e altre amenità

Sincronicità

Le coincidenze non esistono

12mq

di cactus e altri esperimenti

cor-pus 15

sogna la vita, mentre la vivi, intatta.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Spunti da asporto

(ho visto donne che cucivano le bocche dei soldati)

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Tratto d'unione

Ma cosa c'è dentro un libro? Di solito ci sono delle parole che, se fossero messe tutte in fila su una riga sola, questa riga sarebbe lunga chilometri e per leggerla bisognerebbe camminare molto. (Bruno Munari)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: